Indice articoli

 

Lo Spirito Santo.


– Giovanni 14: 21,26
[21] Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi mi ama. Chi mi ama sarà amato dal Padre mio e anch'io lo amerò e mi manifesterò a lui".
[22] Gli disse Giuda, non l'Iscariota: "Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi e non al mondo?".
[23] Gli rispose Gesù: "Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.
[24] Chi non mi ama non osserva le mie parole; la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. [25] Queste cose vi ho detto quando ero ancora tra voi.
[26] Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.

Facciamo come un viaggio dentro il libro degli Atti degli Apostoli, si rivela qualcosa di completamente diverso nell’agire della vita della Chiesa odierna rispetto a quelle delle origini raccontata nel libro degli Atti, degno di nota.

Quello che salta fuori dalle pagine è quanto i capi e i membri della Chiesa primitiva guardassero, interagissero, dipendessero e parlassero con lo Spirito Santo.
Egli era una parte vitale della loro vita e veniva coinvolto in tutto ciò che facevano; era preminente nel loro ministero evangelico, negli incontri di gruppo e nelle riunioni tattiche ed è sempre stato partecipe alle loro attività.

Ecco alcuni esempi di affermazioni relative all’azione dello Spirito Santo che emergono:

• «Perché Satana ha messo nel vostro cuore di mentire allo Spirito Santo?» (Atti 5:3 ).
• «Come mai vi siete accordati insieme per tentare lo Spirito del Signore?» (Atti 5:9 ).
• «Noi siamo Suoi testimoni in queste cose, e così è anche lo Spirito Santo» (Atti 5:32 ).
• «Voi resistete sempre allo Spirito Santo» (Atti 7:51).
• «Lo Spirito mi disse di andare con loro» (Atti 11:12).
• «A uno di loro [...] fu mostrato dallo Spirito che ci sarebbe stata una grande carestia...» (Atti 11:28 ).
• «Mandati dallo Spirito Santo...» (Atti 13:4 ).
• «È parso bene allo Spirito Santo, e a noi…» (Atti 15:28 ).
• «Era stato loro proibito dallo Spirito Santo di predicare la parola in Asia» (Atti 16:6 ).
• «Hanno cercato di andare in Bitinia, ma lo Spirito non glielo permise» (Atti 16:7 ).
• «Paolo fu costretto dallo Spirito, e testimoniò...» (Atti 18:5 ).
• «Avete ricevuto lo Spirito Santo quando avete creduto?» (Atti 19:2 ).
• «Paolo si sentì costretto dallo Spirito ad andare in Macedonia» (Atti 19:21).
• «Lo Spirito Santo mi dice città dopo città...» (Atti 20:23 ).
• «Vegliate su voi stessi e su tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi» (Atti 20:28 ). 

Ciò che è dolorosamente chiaro è che nella Chiesa di oggi non stiamo vedendo questo stesso modo di operare. Quello che in Atti era comune tra i credenti, ora sembra raro.

Questa mancanza non la riscontro nella vita degli altri ma, in primo luogo e soprattutto, nella mia.

Mentre leggo il libro degli Atti, mi rendevo conto che avevo rinunciato a beneficiare, ricercare, fidarmi della guida, del cameratismo, dell’interazione e della potente azione dello Spirito di Dio.

Una volta che questo mi è divenuto chiaro, come posso non condividerlo con voi? 

Dichiarazioni sincere

Permettimi di fare come premessa alcune mie sincere convinzioni che diventeranno più chiare man mano che approfondiremo di più quest’importante argomento.

In primo luogo non c’è praticamente nessuna vita cristiana senza lo Spirito Santo.

• Senza lo Spirito Santo il cristianesimo è sterile, monotono e banale.
• Senza lo Spirito Santo il nostro lavoro è logorante e faticoso.
• Senza lo Spirito Santo non vi è comunione con Dio.

Rimuovi lo Spirito Santo dalla Chiesa e in essa accadrà una delle seguenti cose:
• si trasformerà in un club sociale;
• diventerà una semplice istituzione religiosa.

 

Tu non puoi inserire commenti.